Cos’è il DPSS

Il recente aggiornamento della L.84/94 ha introdotto una riorganizzazione in chiave sistemica dei porti che ha superato la frammentarietà inefficiente del passato: da Autorità Portuali a Autorità di Sistema portuale.

La Pianificazione Portuale ha subito una radicale innovazione anch’essa attraverso una nuova generazione di strumenti per la pianificazione portuale il cui strumento principale è il Piano Regolatore di Sistema Portuale (PRdSP).

PRdSP si sviluppa su due livelli:

  • Livello strategico: il DPSS che recepisce e dettaglia a livello sistemico il quadro programmatico di riferimento fornendo indirizzi ai singoli PRP su strategie, azioni e politiche sistemiche nel medio-lungo periodo;
  • Livello operativo: i singoli PRP portuali più snelli di prima, mutuando quadro conoscitivo e strategie dal DPSS, e vocati all’operatività ovviamente in continuità con gli indirizzi sistemici del livello superiore.

A livello normativoilD. Lgs. 232/2017 con la modifica dell’Art. 5 della L. 84/94, chiama il DPSS:

  • a definire gli obiettivi di sviluppo e i contenuti sistemici di pianificazione delle autorità portuali,
  • a individuare e perimetrare: le aree destinate a funzioni strettamente portuali e retro-portuali, le aree di interazione porto-città, i collegamenti infrastrutturali di ultimo miglio di tipo viario e ferroviario coi singoli porti del sistema, gli attraversamenti del centro urbano
  • a descrivere nella relazione illustrativa: gli obiettivi, le scelte operate, i criteri seguiti nella identificazione dei contenuti sistemici di pianificazione, l’assetto territoriale del sistema (con rappresentazioni grafiche a scale opportune)
  • ad assicurare, per la redazione dei PRP: una chiara e univoca identificazione degli indirizzi, delle norme e delle procedure

L’iter di approvazione del DPSS è fortemente articolato e condiviso tra enti competenti: prevede l’adozione da parte del Comitato di Gestione dopo la consultazione dei “Comuni territorialmente interessati”, quindi l’approvazione da parte della Regione “previa intesa con il MIT, che si esprime sentita la Conferenza Nazionale”.

 

"PRdSP/

 

Introduzione al DPSS “Brave New Port”

 

Un nuovo linguaggio

Tra le principali novità introdotte dalla riforma in tema di pianificazione portuale vi è quella del nuovo linguaggio strategico, riassumibile con la filiera obiettivi-strategie- azioni, prima perlopiù appannaggio del livello nazionale, ma sempre più largamente utilizzato per la pianificazione territoriale (Piani Strutturali, Piani strategici metropolitani, Piani intercomunali, ecc…) e settoriale (Piani Urbani della Mobilità sostenibile, piani di gestione dei bacini idrografici, Piani di sviluppo turistico, ecc…).

 

I 5 macrotemi strategici

La formazione del piano strategico parte dall’individuazione di macro tematiche da trattare nel piano attraverso l’incrocio della lettura di Piani e strumenti di pianificazione vigenti e le tematiche specifiche e rilevanti rispetto allo sviluppo della portualità sistemica.

In macro temi individuati dall’ufficio di Piano sono:

 

  • World Wide Sustainable Ports– quadro economico, sociale, ambientale e dello sviluppo tecnologico;
  • Quay, Plug & Play– porto operativo
  • Overcoming Network Impedance– assetto infrastrutturale e ultimo miglio
  • City-port Agreements– interazione porto-città
  • Glocal Governance Re-focusing– la pianificazione portuale: criticità e prospettive

 

Questi delimitano la portata del piano, ne scandiscono lo sviluppo e guidano i contenuti, fornendo una lettura logica dei processi e delle tendenze in atto e infine facilitando la formulazione delle indicazioni ed indirizzi di piano. Abbiamo scelto per i macrotemi  degli slogan in lingua inglese dopo aver studiato e analizzato la pianificazione strategica portuale internazionale. Ad ognuno di questi è comunque associato un sottotitolo in italiano per facilitarne la comprensione.

 

Lo slogan di Piano come guida: “Brave new Port”

L’introduzione della componente strategica a livello di sistema richiede capacità: coraggio e innovazione.

Voluto è il riferimento dello lo slogan di piano all’opera principale di Aldous Huxley “Brave new World”, tradotto in italiano “Il Mondo Nuovo”, un chiaro riferimento alla necessità di innovare. Inoltre, letteralmente, lo slogan del DPSS “Brave New Port” significa “Un nuovo porto coraggioso”, con chiaro riferimento alla necessità di coraggio.

 

Mappa Porti AdSP

Gruppo di Lavoro