Autonomous swarm of heterogeneous RObots for BORDER surveillance

Programma

HORIZON 2020

Durata del progetto

36 Mesi

Data di inizio

Maggio 2017

Obiettivo strategico generale

Il progetto mira a sviluppare e dimostrare un sistema autonomo di sorveglianza delle zone perimetrali tramite l’utilizzo di robot mobili senza equipaggio, comprendenti veicoli aerei, acquatici, subacquei e terrestri (UAV1, USV, UUV e UGV), in grado di funzionare sia in modo autonomo (stand-alone) che in modalità “sciame di robot”.Per fornire una panoramica completa e dettagliata di “situational awareness” a supporto di operazioni altamente efficienti, la rete dei sensori includerà sensori avanzati di rete statica ed i sensori mobili personalizzati e installati a bordo di veicoli senza equipaggio. Questi includono radar passivi, dispositivi/sensori passivi RF per intercettare le sorgenti di emissione presenti nell’area e altri sensori mobili come fotocamere termiche (infrarossi) ecc… L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale partecipa per integrare nella propria piattaforma MONICA le soluzioni tecnologiche di sorveglianza e monitoraggio più efficaci prodotte dal progetto medesimo. E’ previsto infatti che AdSP ospiti la sperimentazione e la validazione delle soluzioni ROBORDER in ambiente portuale con l’utilizzo della tecnologia sviluppata dagli altri partner ed, in special modo, dal CNIT, che integrerà su MONICA le proprie soluzioni sul monitoraggio del territorio fondate sulle reti di telecamere intelligenti e sui sistemi di rilevazione radar a tecnologia fotonica.