Nuove connessioni Transfrontaliere per la Mobilità Unitaria e sostenibile delle persone

Programma

IT-FR MARITTIMO

Durata del progetto

24 Mesi

Data di inizio

Marzo 2017

Obiettivo strategico generale

Il Progetto NECTEMUS mira a realizzare un Piano di Azione congiunto per l’identificazione delle strozzature delle interconnessioni marittime dei passeggeri nell’area di cooperazione, segnatamente fra i porti continentali e le due isole Sardegna e Corsica.Il Piano di Azione identificherà gli interventi infrastrutturali ed infostrutturali per migliorare la connettività del trasporto di passeggeri, tenendo conto della promiscuità dei traffici con il segmento merci, a livello di nodi portuali secondari e terziari. Il Piano di Azione conseguirà un cambiamento nell’impostazione della pianificazione degli interventi a livello transfrontaliero, individuando, per mezzo di studi congiunti specifici, le priorità e la fattibilità di azioni e misure di sostegno alla mobilità dei passeggeri. Gli output di NECTEMUS costituiranno così uno strumento decisionale utile per le scelte di investimento, non soltanto infrastrutturale, da realizzare nell’ambito dell’area di programma, tenendo conto degli interventi già in corso e dei risultati ottenuti nella precedente programmazione. Il progetto sistematizza le conoscenze già disponibili, e le sviluppa in modo innovativo, facendo visualizzare le potenzialità e le priorità di intervento individuate nel Piano di Azione congiunto in un Cruscotto degli interventi che esemplifica la fattibilità delle proposte e la loro incidenza sulla mobilità dei passeggeri a livello transfrontaliero. Il Cruscotto di trasferibilità coadiuva le istituzioni e gli operatori coinvolti nella catena del trasporto di passeggeri, con particolare riferimento ai nodi portuali, riclassificando le informazioni e le analisi sviluppate nel progetto. NECTEMUS costituisce il progetto gemello di CIRCUMVECTIO, proposto da Regione Liguria sviluppato sul segmento merci, rafforzandone le analisi svolte sul segmento passeggeri integrandole, data la promiscuità nel trasporto marittimo tra il Continente e le isole.Si collega con gli strumenti di governance di GEECCTT-iles, proposto dall”OTC.