Connecter le TPE-PME aux marches maritimes à fort potentiel

Programma

IT-FR MARITTIMO

Durata del progetto

24 Mesi

Data di inizio

Febbraio 2017

Obiettivo strategico generale

I territori portuali costituiscono dei grandi laboratori sperimentali nel cuore di aree urbane densamente popolate. Essi combinano una solida base di attività industriali e terziarie, cosi come delle sfide ambientali, sociali, tecnologici, economici, e quindi permettono ai TPE-PMI [Molto piccole imprese – Piccole e medie imprese] d’identificare dei mercati. I porti del futuro sono i reali motori del recupero di un’economia sostenibile dei territori. Nel futuro, le sfide legate ai nuovi usi, alle nuove esigenze ambientali o sociali, alle innovazioni tecnologiche permetteranno TPE-PMI d”investire nuovi mercati ad alta crescita. Tra i settori di attività portuali, tre sembrano sostenere oggi la crescita dei porti e delle relative TPE-PMI : – Plaisance e Yachting: l”area riconosce molti porti turistici per oltre 150 000 anelli, decine di costruttori navali, centinaia d”imprese appaltatrici, cioè decine di migliaia di posti di lavoro diretti; – Logistica: la logistica comprende sia le attività di trasporto merci, lo stoccaggio, la manutenzione, l’imballaggio e vari servizi correlati. 20.000 a 30.000 posti di lavoro sono direttamente collegate alla logistica; – Porti da crociera e Ferry: venti porti ospitano traghetti e navi da crociera, cioè vari decine di milioni di passeggeri all”anno e vari decine di milioni di euro di benefici economici per le aziende del territorio. BlueConnect propone di elencare, in un osservatorio, i dati socioeconomici delle attività portuali del Var, delle Alpi Marittime, della Corsica, della Sardegna, della Liguria e della Toscana, di utilizzare i dati questo osservatorio per costruire una rete transfrontaliera di attori dello sviluppo economico del territorio, affrontare la crescita dei servizi alle imprese (TPE-PMI) esistenti.