Dopo otto mesi di sospensione dal proprio ruolo, il segretario generale, Massimo Provinciali, rientra nel pieno delle proprie funzioni.

È scaduta infatti oggi per Provinciali la misura cautelare disposta dal giudice a carico del numero due dell’Adsp Del Mar Tirreno Settentrionale, nell’ambito dell’inchiesta sulle autorizzazioni all’utilizzo degli accosti e dei piazzali della radice della Darsena Toscana che ha coinvolto anche il presidente Corsini (rientrato a fine agosto) e alcuni operatori del porto.

Il 5 luglio scorso la Cassazione ha annullato l’ordinanza del Tribunale del Riesame di Firenze accogliendo in pieno il ricorso degli avvocati difensori e trasmettendo gli atti dell’annullamemto allo stesso Riesame, che però ha tenuto l’udienza solo il 21 ottobre scorso e non si è ancora pronunciato.

Corsini e Provinciali sono dunque rientrati per scadenza naturale della sospensione.

“Rientrare per scadenza della sospensione quando questa è stata giudicata dalla Cassazione totalmente immotivata fa un po’ male, ma raddoppierò gli sforzi per recuperare il tempo perduto”, ha dichiarato Provinciali.