Esplora contenuti correlati

Luciano Guerrieri: “La tutela del lavoro resti prioritaria”

Il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale, Luciano Guerrieri, ha incontrato stamani a Palazzo Rosciano, sede della Port Authority, una folta delegazione della Lega Nord guidata dal vice segretario Andrea Crippa e dal deputato Manfredi Potenti.

Al centro del confronto temi di carattere nazionale (la crisi pandemica e il sostegno al lavoro portuale) e e locale (i progetti di ammodernamento infrastrutturale e logistico nei porti del sistema).

Riflettori accesi, in particolare, sulla Darsena Europa, l’opera di espansione a mare con la quale lo scalo labronico mira a traguardare nuovi obiettivi di sviluppo in termini di traffici. Intervento, quest’ultimo, giudicato da Crippa fondamentale per il rilancio dell’intero territorio: «Supporteremo l’ottimo lavoro che l’AdSP sta svolgendo su questo fronte, affinché non ci siano rallentamenti o intoppi a livello procedurale” ha detto il vice di Salvini.

Tra le altre questioni trattate, il rilancio della nautica a Livorno e i progetti connessi al Piano del Ferro e allo sviluppo della logistica integrata. Particolare attenzione è stata poi dedicata all’iter amministrativo per l’istituzione di una Zona Logistica Semplificata a Livorno: «La partita è in mano al Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale, cui spetta l’autorizzazione. Ci auguriamo di poter presto ricevere il via libera e e procedere a nominare il Comitato di Indirizzo» ha proseguito Guerrieri.

Il primo inquilino di Palazzo Rosciano ha fatto il punto della situazione anche su Piombino: «Il porto – ha detto – ha vissuto sulla propria pelle la crisi che ha caratterizzato l’acciaio negli ultimi anni e ha sofferto più di altri gli effetti della crisi pandemica.  Abbiamo bisogno di idee chiare e progetti di sviluppo concreti. Sulla siderurgia, la città merita di avere delle risposte da JSW e Invitalia ma non potremo aspettare in eterno, se sarà necessario procederemo autonomamente valutando la possibilità di recuperare le aree assentite in concessione».

Guerrieri ha infine parlato delle numerose iniziative messe in campo in materia di sostenibilità ambientale e delle risorse a valere sul PNRR di cui l’Ente disporrà per portare avanti i propri progetti: «Avremo la possibilità di sviluppare importanti iniziative in materia di cold ironing – ha spiegato –, altre risorse verranno impiegate per l’individuazione di soluzioni tecniche e organizzative innovative legate all’approvvigionamento dell’energia e all’efficientamento energetico delle nostre infrastrutture».

Quello della sostenibilità è stato un argomento centrale nella riunione di stamani. Un concetto che  Guerrieri ha ribadito di voler considerare non solo dal punto di vista ambientale ma anche sociale. Il n.1 dei porti di Livorno e Piombino è tornato a insistere sulla necessità di reiterare almeno sino a giugno 2022 le misure previste dall’art. 199 del DL 34/2020.

La convinzione del presidente, puntellata dalle parole del segretario generale Matteo Paroli, è che l’andamento della ripresa dei traffici portuali non stia seguendo quello del PIL e che, specie a Livorno, alcuni settori merceologici, come quello dell’automotive, si trovino in una situazione di forte crisi a causa del blocco della produzione di nuovi veicoli.

«Chiediamo un emendamento in Finanziaria che consenta alla nostra Autorità Portuale di impiegare a favore delle imprese  le risorse che abbiamo già stanziato in bilancio. La copertura finanziaria c’è, manca solo quella normativa».

Il vice segretario della Lega Nord Andrea Crippa ha promesso un intervento ad hoc in tempi brevi: «Presenteremo l’emendamento direttamente durante la discussione in Senato» ha detto.

La delegazione della Lega Nord era composta oltre da Crippa e da Potenti, anche dal consigliere regionale, Marco Landi, dai consiglieri comunali di Livorno, Costanza Vaccaro, Carlo Ghiozzi e Alessandro Perini, dal consigliere comunale e dal Presidente consiglio comunale di Piombino, rispettivamente Vittorio Ceccarelli e Massimo Giannellini.

Per l’AdSP, oltre al presidente e al segretario generale, hanno partecipato alla riunione il dirigente tecnico Simone Gagliani e la sub-commissaria per la Darsena Europa, Roberta Macii.