Il commissario dell’Autorità di Sistema del Mar Tirreno Settentrionale, Pietro Verna, ha incontrato stamani il vescovo di Livorno, Simone Giusti.

Una visita di cortesia particolarmente gradita a Verna, che ha approfittato dell’occasione per fornire al presule un aggiornamento sullo stato dell’arte dei principali interventi infrastrutturali in programma nel porto, a cominciare dalla Piattaforma Europa.

Nel corso dell’incontro è emersa la volontà dei presenti a lavorare in modo sinergico per coinvolgere la comunità portuale in un percorso condiviso che faccia emergere le tante situazioni di povertà e debolezza presenti sul territorio, cercando di porvi rimedio.

«Il porto deve tornare a volgere il proprio sguardo al sociale» ha dichiarato Giusti, che ha aggiunto: «L’Autorità Portuale è la più grande stazione appaltante del nostro territorio, investe milioni di euro nelle opere di ammodernamento ed espansione dello scalo, impiegando peraltro diverse imprese. La Piattaforma Europa ne è un esempio: i lavori di carotaggio relativi alla realizzazione della prima fase dell’opera stanno già dando lavoro a molte persone. Livorno ha bisogno di questi grandi appalti e ha bisogno di lavoro per risollevarsi dalla situazione di crisi in cui si trova» .