Migliorare i livelli di sicurezza nelle attività svolte in ambito portuale e ridurre così gli infortuni. È questo l’obiettivo che l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale si propone di raggiungere con il nuovo progetto formativo che prenderà avvio domani, a partire dalle 10, presso il Centro Formazione dell’Authority (Piazza del portuale, 4).

Completamente finanziato dalla Regione Toscana e rivolto ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza di Sito produttivo delle imprese e terminal dei porti di Livorno, Piombino, Marina di Carrara e La Spezia, il corso mira a costruire modalità e procedure di lavoro condivise per i diversi cicli operativi specifici dei porti.

Durante il percorso formativo, i partecipanti diventeranno più preparati in ordine alla identificazione dei rischi da interferenza presenti nel sito portuale e collaboreranno con i soggetti aziendali della prevenzione nella elaborazione della valutazione dei rischi;

“I recenti tragici accadimenti che hanno interessato Livorno – ha dichiarato il dirigente trasparenza e formazione dell’Autorità di Sistema Portuale, Claudio Capuano – spingono oggi le Istituzioni ad acquisire, con maggiore determinazione rispetto al passato, un ruolo proattivo nella formazione in materia di sicurezza sul lavoro. L’Authority, assieme alla Regione Toscana e alla parti sociali, vuole dare il proprio contributo e riteniamo che questo corso formativo vada nella direzione giusta”.

Il progetto formativo è stato sottoscritto dalla Regione Toscana con il Polo formativo della Regione per la Sicurezza; dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale con il suo Centro di Formazione in qualità di coordinatore ed attuatore; dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale e dall’Azienda USL Toscana centro.