Il 12 novembre del 2014, in una riunione cui parteciparono le Autorità Portuali all’epoca interessate, si decise, sulla base del Masterplan per l’uso del LNG nel Mediterraneo licenziato dal progetto COSTA nel maggio 2014, di procedere con il GAINN-IT, iniziativa che mirava in particolare ad attivare investimenti nel settore dei trasporti sostenibili e a sostenere la realizzazione di una rete continuativa di infrastrutture a combustibili alternativi, con particolare riferimento a quella relativa al GNL, a livello nazionale ed europeo.

A 6 anni dal lancio del piano per lo sviluppo del GNL in Italia, qual è la situazione attuale? Quali sono le prospettive, gli ostacoli e le nuove sfide che attendono il Paese? A queste, ed altre domande, cercherà di rispondere il Il webinar organizzato dall’AdSP del Mar Tirreno Settentrionale per oggi pomeriggio.

A partire dalle 15.30, i maggiori esperti del settore si confronteranno proprio su questi temi, valutando sia i risultati conseguiti in questi anni di attività che le principali criticità affrontate durante lo svolgimento dei primi passi.

I soggetti che interverranno illustreranno le loro attività e i loro avanzamenti sul tema della filiera del GNL analizzando sia eventuali problematiche dal punto tecnico/progettuale che da quello normativo/autorizzativo.

In particolare, durante l’iniziativa verranno illustrate le attività svolte nel Porto di Oristano, primo scalo italiano ad essere autorizzato all’installazione di deposito costiero Small Scale, nel Porto di Venezia, partner nel progetto GAINN4SEA, nel Porto di Ravenna, primo scalo portuale del Mar Adriatico ad installare un deposito di 20.000 mc. Inoltre, interverranno anche i rappresentati di OLT (Offshore LNG Toscana), principale rigassificatore di GNL del Mar Tirreno, e Federmetano, associazione italiana di categoria dei distributori di gas metano per auto.

Per partecipare: https://tinyurl.com/GNLItalia

Scarica qui il programma