L’Interporto Vespucci da dicembre ha un nuovo inquilino che risponde al nome di Gavio, uno dei principali gruppi industriali d’Italia, con attività che spaziano dalla gestione di reti autostradali in concessione alla realizzazione di grandi opere infrastrutturali, dai settori trasporti e logistica alla tecnologia e alla nautica.
In realtà ad aver messo un piede al polo di Guasticce sono due sue controllate, Autosped G e G&A S.p.A. La prima è una società di autotrasporto specializzata nel trasporto di container, la seconda è una realta’ leader nel settore del trasporto dei prodotti petroliferi in Italia. Sono presenti all’ Interporto con due uffici direzionali alla Palazzina Colombo e hanno inoltre in gestione un piazzale presso la società Trailer Service per la sosta dei loro automezzi. Le due controllate portano in dote al Vespucci 55 dipendenti.
“L’interporto Vespucci è una location ideale per il nostro gruppo – ha affermato il responsabile Gavio, Giovanni Silva – si tratta di una infrastruttura strategica per la sua vicinanza al Porto di Livorno e agli insediamenti dei depositi petroliferi. Inoltre la struttura interportuale dispone di dotazioni di sicurezza di alto livello”.
“Per noi è motivo di orgoglio e di vanto sapere che un Gruppo così importante della logistica ha scelto l’Interporto come loro centro operativo” – ha detto l’amministratore delegato della società Amerigo Vespucci Spa, Bino Fulceri.
L’Interporto si estende su una superficie totale di 3mln di mq, di cui 324 mila di aree coperte e 696mila di aree scoperte. Oggi sono presenti e disponibili importanti aree già urbanizzate. L’interporto dispone anche di un terminal ferroviario di 130 mila mq. Ad oggi sono presenti presso la struttura 57 imprese.