La Fortezza Vecchia di Livorno, simbolo della città e del suo porto, non chiuderà al pubblico. L’impegno su questo è massimo. Regione Toscana, Comune ed Autorità portuale sono tutti d’accordo e l’obiettivo è condiviso. Il tema è stato al centro del sopralluogo (e successivamente di una riunione) che l’assessore alla cultura e vicepresidente della Toscana Monica Barni, con i dirigenti dell’ente, l’assessore Barbara Bonciani del comune di Livorno e il segretario generale dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno settentrionale (Adsp) Massimo Provinciali hanno effettuato stamani. Era presente anche il consigliere regionale Francesco Gazzetti.

La Fortezza è oggi gestita dall’Autorità portuale: la convenzione con il Demanio scade però a febbraio ed era stata messa in dubbio la possibilità di una proroga. Regione, Comune e Adsp presenteranno però tutti assieme una proposta, condivisa, che faccia vivere la Fortezza come luogo di cultura e permetta dunque di tenerla aperta al pubblico. Già la prossima settimana ci sarà un primo incontro con l’Agenzia del Demanio. I punti essenziali del progetto, che potrebbe essere recepito attraverso un protocollo d’intesa, sono stati messi a punto nel corso dell’incontro di oggi.