Più di cinquecento. Tanti sono i ragazzi – studenti di scuole medie superiori e inferiori – che dal 7 novembre ad oggi hanno potuto visitare lo scalo labronico grazie a Porto Aperto, il progetto di apertura del porto alla città che quest’anno è giunto alla sua dodicesima edizione.

Le visite guidate in porto, con bus messi a disposizione gratuitamente delle classi, durano 1 ora e 45 minuti e sono effettuate in tre fasce orarie: alle 9.00, alle 11.00 e alle 14.00 (le scuole dell’infanzia potranno usufruire del pacchetto soltanto nel turno pomeridiano).

Gli studenti che non hanno ancora visitato il porto avranno tempo sino al 15 maggio per farlo: le scuole interessate potranno contattare la società Itinera, che gestisce le prenotazioni e collabora all’organizzazione ed allo svolgimento delle visite: telefonare allo 0586/894563 per le prenotazioni o mandare una email a didattica@intinera.info.

Nell’ambito del Progetto, viene inoltre offerta alle scuole la possibilità di effettuare visite a soggetti di rilievo istituzionali e non istituzionali del porto di Livorno (Capitaneria di porto; Agenzia delle Dogane; Interporto Toscano “A. Vespucci”; visita del cantiere Benetti; terminal portuali; porti di sistema).

Da non dimenticare che nel pacchetto può essere inclusa anche la visita al Livorno Port Center. Giovedì scorso sono peraltro ripartiti i “Giovedì del Port Center”, con la presentazione della tesi di laurea di Lorenzo Provenzano sul tema: “servizio di rimorchio e la logistica: evoluzione e dinamiche odierne”.

Il calendario dettagliato degli incontri e il riferimento specifico ai relatori/invitati verrà pubblicato nella sezione News ed eventi del sito web www.livornoportcenter.it