Lorenzini potrà lavorare sui contenitori senza alcuna limitazione. Lo ha deciso ieri pomeriggio il Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale.

L’ok dell’organo esecutivo di Palazzo Rosciano non è però incondizionato: entro sessanta giorni dall’indizione del nuovo bando di gara per la realizzazione della Piattaforma Europa, il terminalista dovrà presentare un nuovo piano di impresa nel quale ridurre la movimentazione dei container ad aspetto secondario rispetto al traffico delle merci varie, tipologia di traffico che il Piano Regolatore Portuale assegna alle aree della sponda est della Darsena Toscana su cui opera il terminalista.

Sarà l’Autorità di Sistema a definire, con un apposito studio commissionato a una importante società di consulenza, quanti contenitori potrà movimentare la società.

Oltre ad aver ricevuto il via libera sull’aggiornamento al piano di impresa, Lorenzini ha anche ottenuto il rinnovo sino al 31/12/2019 delle autorizzazioni allo svolgimento delle operazioni portuali ex art.16 per il tutto ciclo operativo in conto terzi.